Recensione de “Lo scrigno di Adymair”, di Snee Dronningen


Buon inizio di settimana a tutti gli amici del Ritrovo!

Oggi vi presento “Lo scrigno di Adymair” di Snee Dronningen. Il libro è disponibile sia in formato cartaceo che in ebook. Qui di seguito i dati riassuntivi dell’opera:

coverTitolo: Lo scrigno di Adymair
Autore: Snee Dronningen
Anno di pubblicazione: 2016
Prezzo di copertina (Kindle): 2,99 euro
Prezzo di copertina (Cartaceo): 20,79 euro
Formato: Kindle e cartaceo
Acquista su:  Amazon

Sinossi: A Nubila, capitale della contea di Envensir, è stato commesso un omicidio. Due giovani ragazze, uniche testimoni della malefatta, non resistono alla tentazione di indagare e come è lecito aspettarsi in questi casi, finiscono presto nei guai. Si forma una compagnia di eroi che, per motivi diversi, sono costretti a intraprendere un lungo viaggio: c’è chi cerca la giustizia, e quindi l’assassino, chi vuole salvare la propria sorella, chi lotta per preservare i valori del mondo in cui vive, e non manca qualcuno che viaggia mosso dall’affetto per gli amici e dalla sete di conoscenza. Tuttavia la compagnia ha ufficialmente un unico compito: recuperare, se esiste, l’antichissimo scrigno di Adymair, la cui profezia minaccia di sovvertire l’ordine del mondo conosciuto.

Recensione

Questo è un romanzo che merita fiducia: l’inizio è un po’ acerbo, si fatica a prendere confidenza con i nomi dei personaggi. Superate le prime pagine, però, non si può fare a meno di arrivare in fondo al libro, e sebbene io sia una lettrice impaziente, sensibile ai refusi, non ho saltato nemmeno una riga, sono rimasta incollata al testo per tre giorni, fino a che, per intenderci, non l’ho finito. Malgrado la scrittura non sia perfetta, la trama è così ben articolata e avvincente che ad oggi, a più di 7 mesi dalla lettura, considero Lo scrigno di Adymair uno dei più bei libri fantasy letti nel 2016. Come in molte altre storie di fantasia, la saga è ambientata in un mondo pseudo medioevale, caratterizzato da confraternite, cavalieri, nobili, maghi e piccoli eroi. La narrazione è corale, e similmente a quanto accade nella saga di Le cronache di Dragonlance, c’è più di un protagonista. Il lettore si affeziona facilmente a tutti i personaggi della compagnia. Pagina dopo pagina, pericolo dopo pericolo, impara a temere per le loro sorti e a sperare per la riuscita della missione, ritrovandosi a cercare con loro il misterioso artefatto. Un monito e anche un consiglio: non fate come me, non lasciatevi ingannare dal disegno della copertina: prima di tutto, chiedetevi cos’è lo scrigno.

La narrazione comprende brevi intrecci ed un intercalare che spesso ci lascia in sospeso per qualche ora. Il linguaggio è pulito, non ricordo volgarità né contenuti pseudo pornografici. Tuttavia, per i giovanissimi, potrebbe essere troppo complesso da comprendere. Io ho finito il romanzo in tre giorni di intensa lettura (pomeriggio e sera).

Lettura consigliata a chiunque abbia amato Le cronache di Dragonlance.

valutazione-lettura-piacevole

L’autore: Snee Dronningen nasce misantropa e crescendo dà libero sfogo alla sua vocazione. Trova il mondo in cui viviamo estremamente noioso, motivo per cui ne inventa di nuovi, più interessanti, più avventurosi e spietati. Ossessionata dalla psicologia e dalla psichiatria, ama sviscerare a fondo i sentimenti degli individui, reali o immaginari, come un anatomopatologo che esegue un’autopsia: nei suoi fantasy larghissimo spazio è dedicato all’introspezione; le avventure straordinarie, gli intrighi e i deflagranti effetti speciali non sono che pretesti per descrivere le reazioni, le passioni, i tentennamenti e i tormenti delle sue creature.

Emi White

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...