A tu per tu con gli editori #6: Ensemble Edizioni


Buongiorno, amici del ritrovo!

Nuovo appuntamento con la rubrica dedicata al mondo della piccola editoria di qualità. Oggi conosciamo meglio Edizioni Ensemble, casa editrice romana che punta a promuovere giovani esordienti e autori di valore internazionale che con la propria opera possano lasciare un messaggio universale.
Tra le sue collane spiccano “Erranze”, diretta da Gëzim Hajdari, e “Transculturazione”, diretta da Armando Gnisci, entrambe volte a rappresentare una precisa idea di mondo.
La parola al direttore editoriale, Matteo Chiavarone.
logo-ensemble

Data di nascita della Casa Editrice: 2011 con una rifondazione nel 2013

Cosa pubblichiamo: i libri che ci piacciono. Abbiamo collane di narrativa, poesia, varia (tra cui saggistica e una collana per l’infanzia)

Cosa NON pubblichiamo: ciò che non ci piace. Non amiamo il fantasy ma se un libro ci piace al di là del genere facciamo un’eccezione.

Tempi di attesa per la lettura del manoscritto: da 1 a 6 mesi.

Numero di manoscritti pubblicati ogni anno: 30-40

Particolari riconoscimenti / Premi ottenuti dai vostri autori: siamo gli unici ad aver pubblicato Kamau Brathwaite, forst medal 2015 (il più importante riconoscimento americano per la poesia); Luigi Manzi ha vinto il Gozzano; abbiamo avuto dei riconoscimenti al premio Vigevano; numerosi premi minori.

L’errore (o gli errori) che un aspirante scrittore NON deve commettere per evitare che il suo manoscritto venga automaticamente cestinato: mandare un’email sciatta e piena di errori. Sbagliare la sinossi. Presentare il suo libro come un capolavoro incompreso.

✓ Qual è la sfida più grande per una casa editrice di piccole/medie dimensioni?

Sopravvivere.

✓ Quanto tempo ci vuole, mediamente, affinché una neonata casa editrice riesca a farsi conoscere sul mercato editoriale?

Dipende dal lavoro. Ci sono case editrici che ci sono riuscite subito (L’orma, La nave di Teseo, NN…), altre che doo tanti anni non ci sono ancora riusciti…

✓ Quante persone sono indispensabili per avviare e realizzare al meglio i progetti di una casa editrice?

Due-tre persone che conoscono il lavoro.

✓ Cosa, a vostro parere, l’editoria moderna deve mantenere della tradizione e di cosa invece deve disfarsi per abbracciare l’innovazione e trovare nuovi lettori?

Domanda difficile. Della tradizione deve mantenere l’idea del libro come un qualcosa di sacro e inviolabile, di qualità. Si deve disfare dell’idea che un libro è buono se non viene letto da nessuno, ma quello è un problema culturale più grande.

✓ Escludendo le case editrici maggiori e ormai affermate, ce n’è una (o più di una) che “temete” o con cui sentite più forte la competizione?

Non c’è competizione in questo settore. Posso dire chi stimo molto: NN, Del Vecchio, Iperborea, Marcos y Marcos, Keller…

✓ Un vostro recente progetto editoriale di cui andate particolarmente fieri.

La collana Erranze in cui stiamo pubblicando poeti meravigliosi e il romanzo “Var”, un capolavoro nel vero senso della parola. Un libro difficile da promuovere il cui successo ci sta dando grandi soddisfazioni.

✓ Un consiglio spassionato agli aspiranti scrittori desiderosi di pubblicare il romanzo che hanno nel cassetto.

Leggete e imparate a conoscere le case editrici. Non credete a quelli che vi dicono che è impossibile pubblicare con case editrici serie. Se il libro è bello davvero sarà pubblicato, cercate di capire a chi proporlo.

Se il nostro progetto ti piace e ti interessano i nostri articoli, che ne pensi di regalarci un voto? Grazie!

sito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...