Segnalazione d’autore: “Lame senza memoria” di Diego Cocco


lame senza memoria

Titolo: Lame senza memoria
Autore: Diego Cocco
Editore: Lettere Animate
Genere: poesia
Pagine: 113
Data di pubblicazione: 28/12/2015
Prezzo: € 1,49 (questo il link di acquisto su Amazon)
Sinossi: Poveri diavoli sul ciglio dell’abisso, giocatori d’azzardo, burattini, vecchiette con giarrettiere pericolosissime, cadaveri stipati dentro fabbriche perfette fino alla fine dei giorni, scrittori travestiti da puttane: sono solo alcuni dei personaggi che si muovono fra i versi di questa raccolta. L’autore ci trascina dentro la palude maleodorante del quotidiano utilizzando una prosa che si mescola alla poesia e non lascia scampo. Visioni terribili o semplici esperienze di vita, queste righe sono lame affilate in cerca di cuori vivi e coscienze da trafiggere. Perché forse l’arma più letale per uccidere la stasi dell’uomo moderno è nascosta nel ritmo sublime dei tasti di una vecchia macchina da scrivere. Di seguito uno stralcio dell’opera:

IMMONDIZIA

Stasera sono uscito
dopo una giornata di letargo
per svuotare il sacco dei rifiuti.
Giallo, semitrasparente,
ci ho guardato dentro
prima di regalarlo al cassonetto.

In mezzo al caos niente di salvabile,
e allora ho pensato
che quel mucchio di scarti
fosse la metafora puzzolente
degli ultimi giorni sprecati senza scrivere,
con le idee buone avariate,
conservate male per momenti migliori.

Sono tornato sui miei passi
con l’immagine del sacco giallo nella testa,
e non erano le dimensioni che mi davano da pensare,
ma il suo dannato peso.

Nota biografica dell’autore: nato nel 1979 a Valdagno (Vicenza), da sempre appassionato di fumetti e libri in genere, alterna la propria occupazione in una nota azienda di abbigliamento scrivendo racconti e poesie. Le case editrici con cui ha pubblicato brevi testi sono: Delos Books, Alcheringa, Watson, Galaad, Historica e Dunwich Edizioni. Per la rivista bimestrale “Skan Magazine” scrive poesie nella rubrica Versi Horror. Nel 2014 ha vinto il Concorso Letterario “Hannibal Lecter” con un racconto scritto a quattro mani. L’opera “Ricordi conficcati nella pelle” è stata segnalata al Concorso Letterario Nazionale “Voci Verdi”. Nel 2015 i suoi racconti “L’ultimo appello” e “Voglia di vincere” sono stati letti in Radio (M2O) durante il programma City Drama. “Fatti non fummo per amare come zombie” si è classificato secondo al Concorso “La Serra Trema”, così come “Crocevia per uomo e altri animali”, in finale al Premio Letterario Libero Libro di Macherio (MB). Ha vinto il Concorso “Tovagliolo Racconta” con lo scritto “Il tempo in mezzo”. “Lame senza memoria” è la sua prima raccolta di poesie e racconti in versi (Lettere Animate Editore).
Gianluca Ingaramo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...