Recensione de “Il Ritorno del Golem” di Giuliano Conconi


Buongiorno a tutti, amici del Ritrovo!

Eccoci con la recensione de “Il Ritorno del Golem”, romanzo breve ambientato nella Praga contemporanea edito da Nero Press, opera di esordio di Giuliano Conconi, disponibile nei principali store al prezzo di 1,99 euro (qui il link d’acquisto su Amazon).

La vicenda di Petr Belak, che si trasferisce nella capitale della Repubblica Ceca per frequentare l’Università, stabilendosi presso il quartiere ebraico in una palazzina adibita a studentato, viene presentata nella caratteristica narrazione in prima persona in forma di memoriale. Si parte dai giorni dell’arrivo e della tranquillità del quartiere ebraico, nei quali lo studente si ambienta e ha modo di conoscere i compagni di corso, per arrivare fino ai misteriosi avvenimenti che sembrano trovare il loro apice in due omicidi. Da qui ha inizio una sorta di spirale discendente del giovane, a metà strada tra il thriller e l’horror, tra la modernità senza tempo di una città dal retaggio culturale importante e le antiche scritture della cabala.

golem

L’ambientazione del romanzo è rigorosa, arricchita da descrizioni dai toni vividi, accompagnata da uno stile che ricorda da vicino i maestri del fantastico, senza però mai cadere nell’imitazione pedissequa. Cosa può aspettarsi dunque chi si approccia all’opera? Di certo nessun mostro reinterpretato secondo le mode del momento, bensì il senso di oppressione dell’incredulo Petr, che indagando si trova a confrontarsi con antichi misteri più grandi di lui. La sospensione dell’incredulità richiesta al lettore, nello specifico, non richiede grandi sacrifici sul piano del realismo e della verosimiglianza: il sense of wonder tipico del genere fantastico è certo presente, ma coerenza e razionalità restano la base dell’opera, facendone una lettura assolutamente apprezzabile da appassionati di generi diversi. Risulta altresì difficile una classificazione, laddove all’horror preferisco attribuire l’etichetta del fantastico, considerato che lo splatter caratteristico di alcune storie dell’orrore qui manca quasi del tutto, a dimostrazione di come possa essere sacrificato, senza avvertirne troppo la mancanza, in favore di sensazioni ed elementi psicologici, affiancati da una consistente dose di mistero e di thriller, con indizi e chiavi interpretative dosati nei momenti salienti.

Tra i pregi e i difetti, cito due scelte a mio avviso coraggiose. La prima è la narrazione in prima persona, che da un lato aiuta a immedesimarsi nel protagonista e conferisce una maggiore coerenza ad alcuni passaggi chiave dell’opera, ma al contempo limita il punto di vista e le scelte narrative: alla possibilità di seguire gli avvenimenti soltanto con gli occhi del protagonista, vivendone il crescente senso di oppressione, fa da contrappeso una prima parte dal ritmo piuttosto lento. La seconda è quella di citare il golem fin dal titolo dell’opera, svelandone così da subito il contenuto, mentre a livello di trama la figura del golem si rivela soltanto a narrazione piuttosto avanzata: si fornisce consapevolmente al lettore la descrizione di cosa può attendersi, da un lato anticipando la sorpresa e dall’altro limitando le possibili delusioni nell’indicare chiaramente quali saranno i contenuti, senza artifici o inganni per tenere desta l’attenzione. D’altra parte, chi vuole immergersi nel genere fantastico, ben documentato e scritto con uno stile preciso ed equilibrato che ne costituisce uno dei maggiori pregi, difficilmente potrebbe rimanerne deluso perché gli elementi per essere apprezzato ci sono tutti e ne fanno una lettura consigliata.

valutazione-lettura-piacevole

Alla prossima!

Gianluca Ingaramo

Se il nostro progetto ti piace e ti interessano i nostri articoli, che ne pensi di regalarci un voto? Non immagini quanto il tuo voto possa supportarci! Grazie di cuore!

sito

Annunci

Un pensiero riguardo “Recensione de “Il Ritorno del Golem” di Giuliano Conconi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...