“Deep Love 2”, antologia firmata Edizioni Nero Press. “Brividi”… d’amore!


Buongiorno, amici del Ritrovo.
San Valentino è passato da qualche giorno, ma nonostante ciò, oggi voglio segnalarvi un’antologia che ho attualmente in lettura e che consiglio a chi ha voglia di scoprire modi diversi di raccontare l’amore.
Dimenticatevi amori da favola, romance strappalacrime, batticuori e farfalle nello stomaco.
Deep Love 2” è per “stomaci forti”, lettori alla ricerca di qualche brivido, pronti a osservare l’amore da un’altra angolazione, abbracciando le sue sfumature oscure, misteriose, talvolta anche un po’ macabre.
deeplove2
Si tratta della seconda raccolta di San Valentino targata Nero Press, la quale offre 8 brevi racconti in cui sono illustrati nuovi oscuri modi di intendere l’amore. Tra odio, vendetta, sangue e morte, otto autori ci danno la loro versione delle profondità abissali insite nell’animo umano, quando a dettare le regole è l’amore. Di seguito i titoli in dettaglio:

Una scelta di cuore, di Armando Rotondi
La leggenda di Malù, di Vito Pirrò
Stalker, di Francesco Calè
Dimenticare Anne, di Paolo Campana
Amante Diabolico, di Gianluca Ingaramo
I piccoli paesi non hanno segreti, di T.S. Mellony
Una notte da licantropo, di Angelo Marenzana
Il filo di Arianna, di Daniele Picciuti

La raccolta è acquistabile al prezzo di 0.99 centesimi sul sito dell’editore, su Amazon e tutti gli altri store online.

Per farvi rendere conto dello spessore – emotivo e letterario – della raccolta, vi riporto un paio di estratti.
Il primo è tratto dal racconto “Amante diabolico“, di Gianluca Ingaramo.

All’improvviso, dal letto si protesero dei tentacoli per afferrarle polsi e caviglie, aprendo a forza le cosce, al che sentì il cuore balzarle nel petto, al pari della voglia e del calore provenienti dal bassoventre. Sbigottita dal contatto con quelle presenze mostruose, restò in silenzio, vinta dal desiderio. Nel mentre, seguitava a ripetersi che sarebbe stato bello, che la prima volta sarebbe stata indimenticabile.

Il secondo, invece, è tratto dal brano “I piccoli paesi non hanno segreti“, di T.S. Mellony.

«Non scegliamo noi di chi innamorarci, è un qualcosa che si genera spontaneamente nell’animo e non ci puoi fare niente. O realizzi il tuo sogno o lo subisci: fine della storia».
Filippo udì, da parte di Emma, un silenzio compatto.
«Io ho deciso di subirlo per tutto questo tempo, come uno scherzo di cattivo gusto, come una malattia per la quale non esiste rimedio e neanche lo si ricerca. Io non volevo essere contraccambiato: volevo aiutarti a essere felice».

Con questi estratti vi saluto e vi auguro una buona giornata.
Presto “su questi schermi” potrete leggere la mia appassionata (e credo molto positiva!) recensione.

Au revoir!

Annarita

Se il nostro progetto ti piace e ti interessano i nostri articoli, che ne pensi di regalarci un voto? Non immagini quanto il tuo voto possa supportarci! Grazie di cuore!

sito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...