Gone girl – L’amore bugiardo


GONE GIRL 4Oggi ho proprio voglia di proporvi qualcosa di nuovo… e mi chiedevo, perché non qualcosa di attuale? C’ho pensato a lungo e alla fine ho deciso, cosa c’è di più interessante di un film, soprattutto quando gli Oscar sono alle porte? Così ho scelto un film del grande regista David Fincher. Lo conoscete, vero? Chi potrebbe non conoscere David Fincher, il regista di grandi capolavori quali Il curioso caso di Benjamin Button, The social network o ancora Millennium – Uomini che odiano le donne?  Ebbene sì, ho scelto proprio il suo ultimo film Gone girl – L’amore bugiardo, uscito nelle sale il 15 dicembre scorso, che mi ha colpito particolarmente per la regia, per l’ottima interpretazione di Ben Affleck e Rosamund Pike, non a caso candidata all’oscar come migliore attrice protagonista, e non meno per la sceneggiatura di Gillian Flynn. A quest’ultima va il merito più grande, in quanto il film è l’adattamento cinematografico del romanzo L’amore bugiardo pubblicato nel 2012 di cui ella stessa è autrice. Ma adesso entriamo nel vivo della trama…


GONE GIRL 3I protagonisti di questo film sconvolgente, ma allo stesso tempo travolgente sono Nick (Ben Affleck) e Amy (Rosamund Pike), marito e moglie, coppia perfetta, felice, complice e passionale, agli occhi di tutti, che dopo i primi anni di matrimonio lasciano la Grande Mela alla volta del Missouri per vegliare sulla madre di Nick, prossima alla morte. Ma in seguito al suo decesso le cose cambiano. I due coniugi, entrambi scrittori, vengono licenziati, allora Nick decide di aprire proprio nel Missouri un bar, “The bar”; mentre la vita casalinga vede Amy sempre più in preda alla noia.
Le incomprensioni tra i due aumentano progressivamente, dunque la coppia ha vita breve… Infatti, un giorno rincasando Nick è spettatore della scena di un crimine: la casa in subbuglio, macchie di sangue ricoprono il pavimento e le pareti della cucina, ma soprattutto sua moglie è sparita. Tutto fa presagire il dramma e Nick, senza esitare, chiama la polizia per denunciare la scomparsa di Amy… Ma quando la notizia diventa pubblica non si mostra affatto affranto e tutti iniziano a sospettare di lui.

GONE GIRL 1

E proprio mentre Nick cerca di fare chiarezza su questa tragica vicenda, il ritrovamento del diario di sua moglie lo mette con le spalle al muro. Ma il bello deve ancora venire…

Infatti nell’ immaginario dello spettatore il film sembra essere giunto al termine, così come sembra essere vicina la verità e la schiacciante colpevolezza di Nick, ma invece siamo solo all’inizio…
Proprio in questo momento il regista, che aveva creato un delitto perfetto, fa tabula rasa e dà vita a una serie di intrighi che rimettono tutto e tutti in discussione. Si ha l’impressione di guardare un film completamente nuovo, ricco di elementi sconvolgenti e al contempo intriganti. Ma è proprio questa tecnica a suscitare e incrementare sempre di più la curiosità dello spettatore che inizierà a porsi domande, a fare mille supposizioni, proverà a carpire le vere intenzioni del regista, ma non avrà molto tempo a disposizione per trarre le somme, perché i colpi di scena saranno molteplici e imminenti. E a questo punto chissà chi sarà la vittima e chi il carnefice… Lo scoprirete solo guardando il film!

gone girl 5

Questo film segna il ritorno dietro alla macchina da presa del grande regista David Fincher dopo tre anni da Millennium – Uomini che odiano le donne (2011) ed è semplicemente un classico di David Fincher, un film che vuole tenere lo spettatore col fiato sospeso fino all’ultima scena. Non a caso come in Seven, pellicola dello stesso regista datato 1995, il detective Mills (Brad Pitt) fino alla fine si mostra sicuro di sé, ride e scherza senza nemmeno immaginare a cosa andrà in contro. Così Nick, sempre brillante e sorridente, giungerà alla fine esterrefatto e disorientato.
Infatti il ritmo incalzante del film condurrà il pubblico verso un finale alquanto inaspettato e perplesso.
Con questa storia David Fincher ci offre un dramma psicologico che ci invita a riflettere sulla natura della psiche umana, sulle sue potenzialità, sui suoi limiti sconfinati, sulle sue malvagità, e lo fa indagando nei sentimenti più intimi dei personaggi come la consapevolezza di Nick di essere simile a sua moglie, più di quanto potesse immaginare.
Dunque se avete voglia di guardare un film piacevole, emozionante e restare incollati allo schermo come prigionieri di immagini, questo è quello che fa per voi!

Buona visione!

Vincenza Pacifico

 

Annunci

3 pensieri riguardo “Gone girl – L’amore bugiardo

  1. La questione è molto delicata e forse la mia risposta potrebbe apparire come uno dei soliti luoghi comuni, ma basta riflettere. A causare gli omicidi a cui si assiste oggi, nel focolare domestico, da chi meno te lo aspetti, è proprio la società che abbiamo creato. Bastano pochi elementi scatenanti: il mito della bellezza fisica perpetuato in tv, nei romanzi e sulle riviste, l’assenza di una buona conoscenza di sé stessi e quindi dei propri VERI desideri ed esigenze, e infine la mente deviata verso cose futili che ci propinano i grandi marchi per far soldi. Un mix esplosivo che ci ha portato lontano dai veri obiettivi di ogni essere umano, dall’amore e dal rispetto. A questo punto scatta la domanda: Di chi è la colpa per cui sto così male? – E la prima cosa che si pensa, sono i partner e i figli…. invece di auto-analizzarsi e capire che i primi responsabili siamo noi che abbiamo seguito l’effimero.

    Liked by 2 people

  2. Ottimo Fincher capace ogni volta d’incollarti allo schermo, mai prevedibile o scontato.
    Abilissimo a raccontare le tante sfumature del rapporto di coppia scavando negli angoli più oscuri della psiche umana…
    Crudo e cruento in “Millennium”,strappalacrime nel “Benjamin”, intrigante e coinvolgente in “Gone Girl” … se aspettate il nuovo Kubrick non siete tanto lontani …Geniale…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...