I meravigliosi kanzashi di Sakae: delicati fiori tra i capelli


A cura di Giusy Raiola

ragazza giapponese con kanzashiNell’articolo di oggi, vorrei farvi da guida in un viaggio immaginario che ci conduce in Oriente, precisamente in Giappone. In questo viaggio virtuale, scopriremo la straordinaria arte dei kanzashi, ossia i tradizionali ornamenti per capelli, recanti per lo più splendidi motivi floreali. L’arte dei kanzashi arte millenaria, risalente al periodo Edo, che iniziò a diffondersi dal momento in cui venne abbandonata l’acconciatura tradizionale (taregami ) che prevedeva che i capelli fossero sciolti e lunghi e si cominciò ad affermare l’abitudine di raccogliere i capelli. Utilizzati nelle tradizionali acconciature delle geishe e delle apprendiste maiko (o da chi generalmente indossa un kimono), sono tutt’oggi adoperati tanto dalle spose quanto in ambito professionale, anche sopra un tailleur.
Forse vi incuriosirà sapere che in Giappone sono le stagioni a dettare il tipo di ornamento da indossare. Di solito questo riguarda soltanto le geisha e le maiko, le quali sono praticamente le uniche donne a portare regolarmente dei kanzashi.
Ad esempio, al mese di Agosto che comincia oggi, in Giappone si associano dei kanzashi che rappresentano delle ipomee viola o dell’erba suzuki. Le maiko più giovani portano questi kanzashi di colore rosa o rosso, mentre quelle meno giovani di colore argentato o bianco.
(Potete trovare la lista dettagliata dei kanzashi associati ai mesi dell’anno su Wikipedia).

Ma…come sono realizzati questi incantevoli ornamenti?

Non si predilige un singolo materiale, anzi. Sono molteplici quelli che vengono adoperati e spaziano dal legno e dalla seta, fino ad arrivare alla plastica o all’oro (e l’elenco non si esaurisce qui).
Quest’arte davvero unica ed incantevole, vieni oggi rivisitata da una splendida artista di cui si conosce solamente il nome, Sakae. Ella realizza dei magnifici kanzashi floreali utilizzando un materiale originale: la resina.

Sakae kanzashi-1

Gli splendidi lavori di Sakae hanno uno stile sorprendentemente regale, delicato ed elegante, uno stile che senz’altro lascia poco spazio a parole superflue.

Non vi è dubbio che realizzare un kanzashi in resina, sulla scia degli splendidi lavori dell’artista giapponese, sia un compito arduo e realizzabile solo da chi possiede di base una certa dimestichezza nella lavorazione di questo materiale.

Sakae kanzashi-2
Tuttavia, per coloro che volessero cimentarsi in qualcosa di più semplice, ecco un tutorial per realizzare questi magnifici fiori utilizzando un materiale sicuramente più facile da lavorare, ossia il raso.

 

 

Pinterest offre sempre tanti spunti interessanti e può guidarvi nella scelta del vostro prossimo, meraviglioso, kanzashi “totally handmade” (realizzato interamente a mano). 🙂

Vi piacciono i kanzashi? Qualora vi cimentaste nella realizzazione di uno di questi graziosi ornamenti, condividete le foto su Facebook. Attendiamo con ansia i vostri capolavori! 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...