Intervista ad Antonella Paglialonga, in arte “Cartapaglia”


Dai disegni su carta, alla carta come disegno.
Dalle scenografie-contenitore, ai personaggi-contenuti.
Dalla carta-pesta alla carta-paglia.
Il risultato è un’orchestra di personaggi dall’anima di carta,
rifiniti con una miscela di acqua e farina,
dipinti in acrilico e pastelli acquarellabili.
Più o meno “illuminati”…

Il direttore d’orchestra illuminato
Il pianista dal piano illuminato
Il violoncellista dal violoncello illuminato
Il circense dal tamburo illuminato
L’arpista non-illuminata

Queste le parole che Chiara Zocchi ha utilizzato per presentare i personaggi – e il mondo da cui provengono – che prendono forma dalle mani delicate di un’artista che sfoga il suo estro creativo realizzando sculture di cartapesta.
Protagonista indiscussa dell’evento “CARTINCONCERTO” tenutosi a Bologna nell’ottobre 2013, Cartapaglia dà forma a piccole statue di carta dai profili surreali e sognanti, personaggi carichi allo stesso tempo di leggerezza e profondità. Portatori di magia, incantatori dello sguardo, abitanti di un regno raggiungibile solo con tanta, tanta immaginazione.
Vediamo di scoprire qualcosa di più…
Cartapaglia-1

Per cominciare, chi si nasconde dietro questo simpatico nome?
Antonella Paglialonga, salentina, nata il 13 Gennaio 1984.

Ti va di parlarci un po’ di te e del tuo percorso?
Ho frequentato l’Accademia di Belle Arti di Bologna, amato la scenografia e mi sono poi specializzata nell’Interior Design. Successivamente attratta dalle forme e dai volumi che avrebbe potuto assumere un semplice foglio di carta ho deciso di seguire un corso di cartapesta e da lì è partito il progetto ‘Cartapaglia’: nome riferito sia alla carta con cui sono rivestite le sculture che al mix di parole che richiama anche parte del mio cognome.

Cartapaglia - 4

Come mai hai scelto di privilegiare un materiale così delicato come la cartapesta? Quanto studio ed esercizio ti sono stati necessari per raggiungere un risultato per te “soddisfacente”?
Tra i fogli incollati tra di loro si possono racchiudere pensieri e sensazioni, è un modo di esprimermi. Inoltre, raccontando cose con questi miei omini sognanti entro in una dimensione surreale che sta tra l’illustrazione (nel mio pensiero) e la scultura (che alla fine creo).

Cartapaglia-2

Da cosa trai ispirazione per la realizzazione delle tue opere d’arte?
Posso trarre ispirazione da uno stato d’animo, da un volto, da alcuni particolari… Per il progetto sull’orchestra, ad esempio mi sono fatta ispirare dalla musica, per questo sono nati i musicisti di carta, per omaggiarla.

Quanto tempo impieghi, in genere, per trasformare una bozza in un lavoro finito? Ce n’è uno in particolare a cui ti senti più legata?
Le bozze si sviluppano nella mia mente come se le stessi già realizzando. È una tecnica che richiede diverse fasi. Il tempo varia anche in base alla grandezza e alla difficoltà dell’opera. Sono legata al pianista e all’omino tra le nuvole, perché rappresenta il mio stato in alcuni momenti.

Cartapaglia-3

Oltre l’evento di Bologna, hai ricevuto altre proposte? Hai avuto modo di allestire mostre o di essere ospitata ad eventi nella tua città o in altre parti di Italia? Qual è stato il riscontro del pubblico?
Sì, le proposte sono state tante e continuano ad arrivarne. Ciò mi rende felice. Ho allestito delle mostre a Bologna (città che mi ospita da diversi anni) e delle scenografie per alcuni eventi culturali, sia al Teatro Paisiello di Lecce che al Palazzo Ducale di Cavallino di Lecce. Esperienza molto carina è stata anche quella con Juliana Moreira che mi ha proposto di farle una lezione di cartapesta per il suo blog. A breve uscirà il video.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Sto ampliando l’orchestra e poi ripartirà il tour dei musicisti da Settembre a Pescara, città che mi ospiterà per il prossimo evento. Un altro progetto che contribuisce a tenere alto il mio entusiasmo è in via di definizione per la prossima primavera. Sogno ad occhi aperti. Il cassetto è stracolmo di tanto altro.

Grazie mille ad Antonella per la sua disponibilità. Vi invitiamo a seguirla (e a scoprire tutte le sue opere) sulla sua pagina Facebook. 🙂

Annarita Tranfici

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...