“Marnie” di Alfred Hitchcock compie 50 anni. E a Parma arriva una mostra dedicata al maestro del brivido


Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures-1

In occasione del 50° anniversario di “Marnie”, uno tra i più celebri capolavori di Alfred Hitchcock  ispirato all’omonimo romanzo di Winston Graham, il Palazzo del Governatore di Parma ospiterà dal 17 luglio al 9 novembre 2014 una mostra interamente dedicata al maestro del brivido, intitolata “Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures“.

L’esposizione, ospitata precedentemente al Palazzo Reale di Milano, attraverso un percorso che si avvale di ben oltre 70 fotografie e di contenuti speciali provenienti proprio dalla Universal Pictures, ripercorre la carriera cinematografica del regista britannico a partire dal 1940, anno in cui ha inizio il fortunato sodalizio artistico tra Hitchcock e la famosa casa di produzione americana, fino al 1976.

E’ proprio da questa fortunata collaborazione che nascono infatti i più grandi capolavori hitchcockiani, tra cui ricordiamo Rebecca, la prima moglie (1940), La finestra sul cortile (1954), La donna che visse due volte (1958), Psycho (1960), Marnie (1964) e molti altri ancora, di cui la mostra offre dei filmati inediti che consentono agli appassionati di immergersi nel loro backstage.

mostra-Hitchcock

Un’intera sala è dedicata alla musica, fondamentale per ricreare le tipica suspense hitchcockiana, mentre altre sono dedicate agli effetti speciali e ad un divertente montaggio di tutte le apparizioni cammeo del regista.

Ma chi è Alfred Hitchcock?

Alfred Hitchcock nasce il 13 agosto 1899 a Leytonstone, un quartiere dell’East End di Londra. La sua infanzia fu segnata da un evento traumatico: il padre, un tipo molto severo, lo fece rinchiudere in una cella per dieci minuti, senza una motivazione apparente. Da questo trauma dipende la presenza costante nei suoi film del motivo dell’uomo arrestato ingiustamente.

La famiglia gli trasmette una grande passione per il teatro, ma è grazie al cinema che farà la sua fortuna, non solo dal punto di vista lavorativo, ma anche da quello sentimentale. E’ in questo ambiente, infatti, che incontra Alma Reville, unico grande amore della sua vita.

Hitchcock ha avuto il merito di aver rivoluzionato il mondo del cinema, attraverso l’utilizzo di tecniche particolari atte ad ottenere un certo effetto sullo spettatore. Ne è un esempio l’Effetto Vertigo (utilizzato nell’omonimo film), un’inquadratura particolare che prevede la combinazione di una carrellata in avanti e uno zoom all’indietro, per dare allo spettatore il senso di vertigine provato dal protagonista.

Elemento fondamentale è la suspense, che si distingue dalla sorpresa, più tipica del genere horror, in quanto quest’ultima è costituita dalla comparsa improvvisa di qualcosa o qualcuno, mentre la suspense fa sì che lo spettatore sia informato del possibile pericolo che corre il protagonista e si trovi quindi in un costante senso di inquietudine. Ad esempio, la scena del film Psycho, in cui il detective sale le scale della casa di Norman è carica di suspense, in quanto lo spettatore vede la porta aprirsi e prevede in anticipo l’imminente pericolo mortale.

Alfred Hitchcock e le donne

Strano ma vero, una delle tematiche maggiormente trattate da Hitchcock è l’amore. Nei suoi film, il regista analizza tutte le fasi della coppia, dalla seduzione all’innamoramento, dalla gelosia al sospetto, dalla paura di non essere amati al tradimento. All’interno di questi rapporti tormentati, ruolo fondamentale lo hanno i personaggi femminili, che popolano ossessivamente l’universo hitchcockiano e che appartengono a diverse categorie: donne insicure, donne anticonformiste, donne dalla bellezza e dal fascino ambiguo, madri possessive ed autoritarie.

Il fascino dei film di Hitchcock non è da ricondurre esclusivamente all’utilizzo degli elementi sopracitati, sapientemente mescolati da un’arguta abilità registica, ma anche all’interpretazione di attori come Laurence Olivier, Joan Fontaine, Anthony Perkins, che hanno contribuito ad impreziosire ulteriormente queste pietre miliari del cinema di sempre.

Alessandra Perna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...